Condividi

Tappa 40 - Da St-Jean-de-la-Blaquière a Lodève

dom 10 Apr 2011

Giornata di vento così forte che quando arriva lateralmente ci fa temere di cadere, quando camminiamo controvento ci fa procedere con fatica; un vento che ha portato con sé nuvole nere di pioggia, ma che correvano così rapide nel cielo che stasera sono già sparite all’orizzonte.
Tappa non lunga, meno di venti chilometri, che termina velocemente e non ci fa sentire il bisogno di soste.
Un percorso senza problemi particolari, se escludiamo un piccolo incidente con un cagnetto che ci corre incontro abbaiando e poi prova a mordermi il polpaccio, ma salta troppo in alto e mi lascia soltanto un piccolo segno dei suoi denti dietro il ginocchio.
Il territorio in cui camminiamo è ancora diverso dal solito, ma sempre bellissimo: pianure coltivate sotto di noi, qualche paese, il mare che si intuisce in lontananza e a sud-ovest i Pirenei.
Entriamo per sbaglio nel Priorato St Michel de Grandmont dove sono conservati dei dolmen del secondo millennio avanti Cristo.
Arriviamo per pranzo a Lodève, e poi trascorriamo il nostro pomeriggio con estrema tranquillità, decidendo di rimanere in questa città anche domani, anticipando la giornata di riposo prevista per mercoledì, perché qui abbiamo la possibilità di fare incontri con Amministratori Pubblici e rappresentanti di associazioni.
La sera incontriamo Audrey e Ed, che ci accolgono e scopriamo ancora una volta come il caso ci sta accompagnando in questa nostra avventura: Ed ha infatti un’esperienza familiare con la disabilità e ha persino predisposto una ricerca sull’importanza dell’arrampicata per le persone che escono da un coma riportando un lieve handicap motorio.
Prima di andare a dormire riusciamo quindi ad avere un’interessante chiacchierata con questi nuovi amici.

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading

Altre pagine di diario