Condividi

Tappa 39 - Da St-Guilhem-le-Désert a St-Jean-de-la-Blaquière

sab 09 Apr 2011

Quali paesaggi, che ambienti fantastici abbiamo attraversato oggi! Tappa abbastanza faticosa perché abbiamo superato numerosi dislivelli, ma bellissima! Montagna rocciosa, anche se il picco più alto che abbiamo raggiunto è stato di 500 m. scarsi, e giù in basso pianura “pettinata” dall’uomo con le sue coltivazioni ordinate, pochissimi paesi e in lontananza la luce del mare. Abbiamo camminato in silenzio, con il nostro passo cadenzato, felici di essere qui in questo momento, a percorrere alcuni chilometri con lentezza in un posto fuori dalla frenesia del quotidiano. Vegetazione, sole, natura e un’aria che ci penetra nel cuore e ci fa amare la Terra. Ci domandiamo come mai le centinaia di migliaia di persone che vivono in città (Montpellier è situata a poche decine di chilometri da qui) non si concedono una pausa in questi luoghi meravigliosi. E’ vero che per strada incontriamo qualche altra persona che percorre i nostri stessi sentieri, ma non sono cittadini in gita, bensì “pellegrini verso Santiago”: ormai infatti siamo sul Cammino di Santiago, nella porzione detta Cammino di Arles. Questo fa sì che il nostro passaggio non susciti più curiosità, ma anzi siamo catalogati come “pellegrini” e ciò non ci permette più di instaurare un dialogo con le persone che incontriamo. Cercheremo di ovviare a questo inconveniente nel prossimi giorni. Altro problema che scopriamo oggi è che … dobbiamo entrare in competizione per trovare posto nelle gites d’etape comunali! Infatti, nonostante le soste per rifocillarci lungo la via siano state brevissime, arriviamo a St-Jean-de-la-Blaquière che diversi “pellegrini” sono già giunti alla gite, occupando i posti “migliori”; pazienza, vedremo come fare nei villaggi dove non a riusciremo a trovare l’ospitalità. St-Jean-de-la-Blaquière è un paese piccolissimo, dove troviamo una panetteria e un bar, che fortunatamente cucina per la sera alcuni piatti: ci fermiamo qui a cena e poi ritorneremo nella gite cercando di instaurare qualche rapporto con coloro che condividono la stanza con noi.

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading

Altre pagine di diario