Condividi

Tappa 36 - Da Gallargues-le-Montueux a Montpellier

mer 06 Apr 2011

7,30 del mattino, 5° (che freddo!) e un nuovo addio, una nuova bella famiglia da salutare, un incontro bello da ricordare. Ogni incontro è ciò che dà un sapore particolare al nostro viaggio: ogni casa è diversa, ogni famiglia ha una modalità differente di essere accogliente, e anche per noi è una esperienza sempre nuova essere capaci di farci accogliere da ogni persona che il destino mette sul nostro cammino.
Oggi percorso lungo, più di trentotto chilometri, sole cocente (un’escursione termica di più di 20°) su strade spesso senz’ombra, tori, cavalli, il rumore forte dei camion che, non distanti da noi, corrono lungo l’autostrada.
Passiamo all’interno di Villatelle, un ennesimo “villaggio dormitorio”, molto bello, ma con poca vita per strada, per comprare un buonissimo panino jambon/beurre, che gusteremo più tardi, all’ombra di un boschetto, vicino ad un mulino, rinfrescandoci ad un ruscello.
Ad una decina di chilometri da Montpellier iniziamo ad incontrare l’urbanizzazione: paesi comunque curati, molto tranquilli, facilmente percorribili a piedi e che fanno da cornice ad un centro città entusiasmante, pedonale, vie piene di vita, tanti negozi, un viavai continuo di gente.
Quando arriviamo davanti alla stazione incontriamo Marie Therese e Robert, gli amici che ci accolgono questa sera a casa loro. Ancora un’altra coppia di persone con cui parliamo di disabilità a lungo di fronte ad una zuppa calda e a un piatto di pasta cucinato da Roberto.
E così arriva la fine di un’altra giornata, ed è ora di riposarci.

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading

Altre pagine di diario