Condividi

terza giornata di riposo

ven 25 Mar 2011

Notte difficoltosa, perché ho molta tosse, risveglio comunque alle 6,30 quando invece oggi avrei potuto dormire più a lungo. I miei compagni di cammino si svegliano quando ormai ho spedito alcune e-mail e sono pronta per uscire per la colazione; mi accompagna Riccardo, che dovrà lavorare con il computer per il resto della giornata.
Inizio a fare telefonate all’assistenza per risolvere il problema relativo alla Internet Key che dovrei utilizzare per connettermi … e forse riesco a trovare la soluzione! Ne avrò conferma solamente domani mattina dopo le 9,00, anche se mi assicurano che ormai dovrebbe essere tutto a posto.  
La giornata è dedicata a fare un po’ il punto della situazione, anche perché ho già superato un terzo dei chilometri da percorre in totale. Enrica controlla il suo stato di salute e Roberto si riposa, io continuo la parte organizzativa delle prossime tappe.
Siamo ospitati nella Casa Parrocchiale dal simpatico don Ivo, che parla bene l’italiano poiché ha vissuto per sette anni a Roma. Prepariamo un pranzo all’italiana e mentre condividiamo il pasto ci racconta una versione della situazione della disabilità in Francia (o per lo meno di questa zona) che mi lascia stupita: sostiene che ci sono pochi casi di disabilità neonatali perché solo gli immigrati accettano di far nascere un figlio a cui sia stato diagnosticato un handicap durante gli accertamenti in gravidanza. Inoltre racconta di una generosità individuale, ma di poche reti associative: molto individualismo, poca volontà di condividere.
Ne discutiamo a lungo e parliamo di come il cammino può essere per ciascuno di noi un modo per scoprire qualcosa: “la spiritualità nasce dai piedi”, dice, intendendo che è il contatto con la terra che ci può dare le risposte che cerchiamo.
Nel tardo pomeriggio ci ha invitato alla s. Messa che celebra nella cappella di Notre Dame de Benva, qui a Lorgues, dove c’è un affresco raffigurante il Purgatorio che può essere considerato il più bello di Francia.
Poi ceneremo insieme, ancora all’italiana, e domani ripartiremo per il nostro viaggio.

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading

Altre pagine di diario