Condividi

Tappa 17 - Da Imperia a Sanremo

mar 15 Mar 2011

Alle 8,30 davanti al Comune di Imperia siamo i quattro della squadra fissa e dopo pochi attimi, mentre ci avviamo verso Sanremo, da un autobus di linea scendono tre nuovi amici, in rappresentanza del Granellino di Senapa, la cooperativa che ha adottato la tappa di oggi; un chilometro dopo si uniscono gli ultimi due partecipanti alla tappa.
Il tempo inizialmente piovoso va leggermente migliorando con il trascorrere dei chilometri.
La tappa di oggi è lunga ventiquattro chilometri e non prevede dislivelli da superare, quindi è più semplice rispetto alle precedenti.
L’attraversamento di Porto Maurizio avviene percorrendo vie e carrugi del centro, per poi scendere al mare al termine della città. Qui ci sta aspettando Matteo di Meditamare.it in bici, che si è proposto di farci da accompagnatore e protettore lungo i due chilometri di Aurelia, senza marciapiede, da percorrere per giungere a S. Lorenzo a Mare.
Camminiamo sventolando le bandiere della pace, perché inerenti al nostro cammino, che tra i valori che cerca di perorare ha proprio la conoscenza della persona, che è il primo passo verso una società pacifica.
Infatti noi crediamo che non esista la disabilità, ma la persona che oltre a pregi e difetti ha una disabilità, che deve essere tenuta in conto, ma senza essere l’unico elemento importante.
Questo atteggiamento dovrebbe portarci a voler bene alle persone e ad aiutarle nella misura in cui hanno bisogno di aiuto, creando una comunità più giusta e più accogliente.
Mentre ragioniamo su questi argomenti, imbocchiamo la pista ciclopedonale più lunga della costa mediterranea: circa venticinque chilometri, in buona parte già pronti, che collegano S. Lorenzo a mare a Ospedaletti.
Gallerie illuminate, passaggi tra edifici talvolta molto curati, altre volte in stato di degrado e, sullo sfondo, colline che portano i segni del lavoro agricolo, moltissime serre e, intenso, il profumo del mare che giunge dalle onde, meno irruente di ieri.
Ci fermiamo per un veloce pranzo a S. Stefano a Mare, per poi proseguire verso Arma di Taggia, dove la ciclopedonale è interrotta per un breve tratto, poiché stanno terminando un ponte nei pressi della vecchia stazione ferroviaria.
Intorno alle 14,30 giungiamo al palazzo Comunale di Sanremo, dove siamo attesi da Lucia, una simpaticissima impiegata del comune, che ci conduce al Poggio, presso la Residenza Protetta Casa Serena, dove l’amministrazione ci ha offerto ospitalità.
E’ una struttura molto ben organizzata, piacevole, da cui si gode un panorama bellissimo, in cui conosciamo personale gentile e disponibile e alcuni anziani simpatici.
Domani giorno di riposo, ma di incontri pubblici.

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading

Altre pagine di diario