Condividi

Tappa 16 - Da Alassio a Imperia

lun 14 Mar 2011

La nostra giornata inizia con un incontro molto intenso: Marco Turbiglio, navigatore in barca a vela, vincitore di regate internazionali, che ci accoglie durante una seduta di dialisi. Lui e la moglie Carmela, che ci hanno messo a disposizione il loro appartamento, trasmettono vita e voglia di esserci.
Con questa carica di ottimismo partiamo per una tappa lunga e impegnativa, ma sotto un pallido sole che diventerà più intenso durante la giornata.
Il cammino inizia con una ripida salita che ci permette di raggiungere, sopra Laigueglia, Colla Michieri, un borgo medievale in cui ha vissuto Thor Heyerdhal, un grande navigatore che ci fa pensare subito a Marco; qui visitiamo la chiesetta dove è conservata la cattedra utilizzata dal Papa Pio VII mentre tornava a Roma dal suo esilio francese.
Successivamente abbiamo proseguito lungo la strada Julia Augusta, selciata, in stile medievale, fino a superare il castello di Andora, e costeggiare l’autostrada: che differenza di pensieri e di conoscenza del territorio tra chi, come noi, lo percorre con un’andatura lenta e regolare e chi invece lo attraversa con la velocità delle vetture che ci scorrevano affianco.
Risaliamo alla dorsale del Poggio Mea per scendere a Cervo, cittadina che ha mantenuto il suo fascino medioevale, dove ci fermiamo per rifocillarci rapidamente.
Un po’ riposati ci rimettiamo in cammino, aggirando all’interno S. Bartolomeo al mare, fino a raggiungere Diano Marina, da cui proseguiamo sul lungomare ai piedi di Capo Berta.
Alle 17,00, puntualissimi, ci presentiamo presso la Sala consiliare del Comune di Imperia, dove troviamo i rappresentanti di alcune associazioni, direttori sanitari dell’A.S.L., l’Assessore allo Sport e al Turismo Luca Volpe e il sindaco Paolo Strescino.
Dopo l’intervento dell’assessore, spiego il perché del Cammino e faccio le solite richieste al sindaco, che promette di tenerne conto. Foto ufficiale e poi ci spostiamo presso la Comunità Alloggio don Glorio, dove ceniamo, ospiti del Comune, e dove alcuni di noi trascorreranno la notte confortevolmente.
Durante la cena conosciamo meglio Matteo Lodi, che già da tempo mi ha contattata per conoscere meglio il cammino e farci conoscere il suo progetto di cohousing. Parliamo a lungo piacevolmente, e organizziamo un’interessante tratto di cammino comune domani mattina (leggeteci domani!) e poi alcuni di noi vanno ospiti a casa sua.

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading

Altre pagine di diario